Bültmann & Gerriets
Canne al Vento
von Grazia Deledda
Verlag: Lulu.com
Hardcover
ISBN: 978-1-4476-1904-8
Erschienen am 21.11.2019
Sprache: Italienisch
Format: 229 mm [H] x 152 mm [B] x 14 mm [T]
Gewicht: 371 Gramm
Umfang: 224 Seiten

Preis: 26,00 €
keine Versandkosten (Inland)


Jetzt bestellen und voraussichtlich ab dem 29. Juli in der Buchhandlung abholen.

Der Versand innerhalb der Stadt erfolgt in Regel am gleichen Tag.
Der Versand nach außerhalb dauert mit Post/DHL meistens 1-2 Tage.

26,00 €
merken
klimaneutral
Der Verlag produziert nach eigener Angabe noch nicht klimaneutral bzw. kompensiert die CO2-Emissionen aus der Produktion nicht. Daher übernehmen wir diese Kompensation durch finanzielle Förderung entsprechender Projekte. Mehr Details finden Sie in unserer Klimabilanz.
Biografische Anmerkung
Klappentext

Grazia Deledda nasce a Nuoro nel 1871, in una famiglia di piccoli proprietari terrieri. Interrotti gli studi precocemente, la giovane Grazia approfondisce da autodidatta la sua passione per la letteratura, giungendo a pubblicare alcuni suoi racconti sulla rivista L¿Ultima Moda, a soli 19 anni. Nel 1900 si trasferisce a Roma con il marito, conosciuto a Cagliari l¿anno prima: rimarrà nella città fino alla morte, avvenuta nel 1936. E¿ proprio nella capitale che i suoi capolavori vedono la luce: Elias Portolu (1903), Cenere (1904), L¿Edera (1908), L¿incendio nell¿oliveto (1918), Il segreto di un uomo solitario (1914), Canne al vento (1913), Marianna Sirca (1915), Il Dio dei viventi (1922), e infine Cosima, pubblicato postumo. Ma è il 1926 a rappresentare una data significativa per la scrittrice, chiamata a ritirare il premio Nobel per la letteratura: Grazia Deledda, prima donna a ricevere tale onorificenza, fu premiata per la sua prosa idealisticamente ispirata che con chiarezza plastica dipinge la vita della sua isola nativa e con profondità e simpatia si confronta con i problemi umani in generale.



"Canne al vento" valse a Grazia Deledda il Premio Nobel per la Letteratura nel 1926. Un ritratto di un piccolo paese della Sardegna orientale in cui le dame Pintor appartenenti alla passata nobiltà terriera non sanno adattarsi alla società che cambia intorno a loro. Maddalena, vedova con tre figli, è una figura dominante, determinata a proteggere la sua famiglia e a difendere la sua terra dagli intrighi e dalle minacce esterne. Il romanzo esplora le dinamiche familiari, le tensioni sociali e le tradizioni rurali della Sardegna. Maddalena incarna un senso di indipendenza e di ribellione contro le norme sociali dell'epoca. La sua forza interiore e la sua lotta per la sopravvivenza diventano temi centrali della storia. Si tratta di un romanzo di carattere realista che mette in luce la durezza della vita nella Sardegna rurale e offre uno sguardo profondo sulle dinamiche sociali e familiari dell'epoca. Grazia Deledda ha creato un'opera che celebra la resilienza e la determinazione delle donne sarde, mentre affronta temi universali come l'isolamento, la tradizione e la lotta per la libertà (Aonia edizioni).


deutschsprachige Ausgabe